Terrorismo islamico, 5 arresti nel Lazio

Anis Amri

Terza importante operazione antiterrorismo in Italia in appena 48 ore, con cinque arresti eseguiti dalla Polizia tra Roma e Latina. Gli uomini dell’Ucigos assieme a quelli delle Digos dei due capoluoghi hanno arrestato cinque persone riconducibili alla rete di Anis Amri, il tunisino autore della strage al mercatino di Natale di Berlino del dicembre 2016, ucciso pochi giorni dopo a Sesto San Giovanni.

Tra gli arrestati c’è un tunisino che avrebbe falsificato documenti da consegnare ad Amri per permettergli di lasciare l’Italia. Nelle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Roma si ipotizzano i reati di addestramento e attività con finalità di terrorismo internazionale e associazione a delinquere finalizzata alla falsificazione di documenti e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Oltre agli arresti, sono in corso una serie di perquisizioni nelle province di Latina, Roma, Caserta, Napoli, Matera e Viterbo. AGI

Condividi