Elogi agli attentatori di Berlino, marocchino espulso dallʼItalia

Un marocchino di 26 anni è stato espulso per le sue parole di appoggio agli attentatori di Berlino. L’immigrato è stato prelevato dal carcere dove si trovava per altri reati dalla polizia. Gli agenti lo hanno scortato fino all’aeroporto di Venezia e imbarcato sul primo volo per Casablanca.

Il 26enne era stato arrestato nel dicembre 2016 per aver picchiato violentemente un anziano che gli aveva negato l’elemosina.

Condividi