Cara di Mineo, nigeriani in rivolta: veicoli bruciati, saccheggiati i magazzini

immigr

 

CATANIA. Il rifiuto del rilascio di tre permessi di soggiorno ha fatto scatenare ieri al Cara di Mineo una rivolta, l’ennesima, che ancora una volta ma messo a dura prova l’impianto di sicureazza della struttura, danneggiata con atti vandalici di una certa consistenza. Lo scrive il giornale di Sicilia

All’interno del Cara di Mineo che ospita temporaneamente i rifugiati ed i richiedenti asilo in arrivo con gli sbarchi nelle coste siciliane provenienti da «carrette del mare», una decina di migranti nigeriani hanno inteso protestare vivacemente a supporto di alcuni loro connazionali, la cui pratica relativa al rilascio del permesso di soggiorno è stata nagata dall’apposita commissione prefettizia che valuta il loro status di rifugiato.

Prima le invettive, quindi dalle parole si è passati ai fatti con momenti di alta tensione, cultimati con il saccheggio di alcuni magazzini interni al Cara dai quali sarebbero stati rubati generi alimentari, sigarette. L’inventario iniziato quando la situazione è tornata sotto il controllo dellel forze di sicurezza, è proseguito per tutta lal giornata.

Condividi

 

One thought on “Cara di Mineo, nigeriani in rivolta: veicoli bruciati, saccheggiati i magazzini

Comments are closed.