Morta 83enne che viveva in una catapecchia, aggredita dai topi tra i rifiuti

anzian17 giugno – Michela Odierna fu ritrovata il 4 maggio in un vecchio rudere in via provinciale Amendola, a Sarno, nascosta tra rifiuti di ogni tipo ed intorno vi erano ratti e parassiti in quantità. Lo raccontò il quotidiano Il Mattino. Scheletrica, con piaghe su tutto il corpo, pus misto a sangue sulle ginocchia e sulla schiena, disidratata. A far scattare l’allarme il fatto che l’anziana non ritirasse da almeno tre giorni il cibo che un familiare le metteva fuori la porta.

Sul posto arrivarono i vigili del fuoco di Nocera Inferiore allertati da una telefonata degli operatori del 118 che, una volta entrati dentro l’abitazione, si ritrovarono davanti agli occhi una scena raccapricciante.

Michela è morta nel letto dell’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno. Il decesso è stato probabilmente causato anche alle gravi infezioni delle ferite e alle piaghe che aveva su tutto il corpo.

 

Condividi