Umbria: invasione di api e calabroni, intervento immediato

api12 giugno – Arriva una convenzione tra Regione e Vigili del Fuoco per far fronte alle sempre maggiori infestazioni dei cosiddetti ”imenotteri aculeati” e cioè vespe, calabroni ed api, che nel corso degli anni hanno fatto registrare un costante incremento nella regione. La Convenzione è stata approvata dalla Giunte regionale su proposta della Presidente Catiuscia Marini e sarà sottoscritta nei prossimi giorni con il Prefetto di Perugia, Antonio Reppucci, delegato a questo scopo dal Ministero dell’Interno.

La moria di api non esiste, ma ci costa 7 miliardi di euro

La necessità di un intervento immediato in questo versante è stato riscontrato sia dai Servizi di Sanità pubblica della Regione che dalle numerose segnalazioni di cittadini pervenute ai vari distaccamenti dei Vigili del Fuoco dell’Umbria.

Il fenomeno, secondo l’analisi effettuata dalla Regione è da attribuire, da una parte, allo sviluppo crescente di una edilizia di tipo orizzontale (case per le vacanze, villette a schiera o singole, agriturismi, ecc.) e, dall’altro, a condizioni metereologiche che indubbiamente favoriscono lo sviluppo di colonie di grandi dimensioni. tiscali

Condividi