Napolitano: “Sono ancora qui per il bene del Paese. Servono riforme e cambiamenti”

giorgio-napolitano

 

10 giu – “Non potevo mancare oggi” alla cerimonia per la presentazione delle candidature dei David di Donatello “visto il temporaneo prolungamento del mio mandato che cerco di esercitare nei limiti del possibile, attenendomi fermamente e rigorosamente all’interesse generale del Paese”.

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, concludendo la cerimonia al Quirinale ha fatto anche un riferimento alla “temporaneità” del suo secondo incarico al Colle. “L’interesse generale del paese richiede cambiamenti e riforme in molti campi, anche in quello istituzionale”, ha aggiunto parlando alla cerimonia al Quirinale per la presentazione delle candidature ai David di Donatello 2014.

Riforme – “Quando dico che il Paese ha bisogno di riforme e cambiamenti dico che l’Italia ha bisogno di liberarsi dagli schemi del passato e di energie innovative per la qualità della crescita”, ha detto ancora il capo dello Stato.

S&P sbugiarda tutti: la crescita dell’Italia resterà bloccata per anni

Attore – “Fui tentato di avventurarmi nella strada del cinema e del teatro… Poi mi sono perso…”, ha spiegato Napolitano scherzando con i tanti attori e protagonisti del mondo del cinema presenti oggi al Quirinale per i Premi David di Donatello 2014. “Ma – ha subito aggiunto – ritrovo sempre la passione quando mi incontro con voi”. Poi l’omaggio a Sofia Loren presente alla cerimonia: “Ringrazio Sofia Loren per essere venuta a questa particolare manifestazione: è una presenza straordinaria nell’immaginario collettivo italiano e internazionale”.

Condividi

 

One thought on “Napolitano: “Sono ancora qui per il bene del Paese. Servono riforme e cambiamenti”

  1. Scusi, ma lei ha mai chiesto ad un italiano medio se l’apprezzamento che lei crede di ricevere sia reale?

Comments are closed.