Pm chiedono nove mesi per Grillo “Violò i sigilli della baita No Tav”

grillo17 febbr- Condannare Beppe Grillo a 9 mesi di reclusione per la violazione dei sigilli della baita No Tav. Lo hanno chiesto oggi i pm Andrea Padalino e Antonio Rinaudo nel processo in cui sono imputati anche 20 attivisti No Tav. I magistrati hanno chiesto una condanna identica per il leader Alberto Perino mentre è stata chiesta l’assoluzione per cinque militanti.

Per gli altri le pene richieste sono comprese tra i 6 mesi e un anno e mezzo di carcere e multe tra i 150 e i 900 euro. L’episodio risale al 2010 quando Grillo insieme a un gruppo di No Tav ando’ alla baita in Clarea che, considerata abusiva, era stata posta sotto sequestro. adnk

Condividi