«Così choosy da non accettare l’elemosina» Stagisti a un euro l’ora!

3 dic – Lavorare al ministero dell’Economia non è mai stato così facile: basta diventare stagista per entrare a via XX Settembre. Ma la differenza con gli altri lavoratori è piuttosto netta in campo di compenso. Lorenzo Salvia sul Corriere ci spiega perché:

«L’importo lordo è fissato sulla base delle presenze in ufficio, debitamente documentate, determinato in euro 7,00 (sette) giornalieri». A spanne fa un euro l’ora. Con l’avvertenza che le «predette somme saranno erogate ai tirocinanti compatibilmente con le disponibilità nei relativi capitoli di bilancio».

Davvero poco, insomma:

A meno che qualche università non conceda «forme di sostegno economico» aggiuntive. Il bando è stato pubblicato pochi giorni fa sul sito Internet della Fondazione Crui, la Conferenza dei rettori, che mette in contatto domanda ed offerta per una serie di stage che al momento coinvolgono 12 fra enti pubblici e imprese.

Le domande saranno accettate fino a venerdì, il tirocinio partirà a fine gennaio:

Ma quei sette euro al giorno stanno diventando un caso. La Cgil Sicilia, che ha lanciato una mobilitazione contro gli abusi proprio negli stage, ha annunciato una campagna di «mail bombing» dal titolo «Così choosy da non accettare l’elemosina». «Ci sono già precedenti criticabili — dice Andrea Gattuso, responsabile per le Politiche giovanili del sindacato— ma una cifra del genere è davvero ridicola»

http://www.giornalettismo.com/archives/637519/gli-stagisti-al-tesoro-pagati-un-euro-lora/

Condividi