Covid, sceicco del Kuwait ricoverato a Catanzaro

L’uomo, 71 anni, è stato sottoposto a tampone a Tropea, dopo una segnalazione dell’Agenzia marittima di Sanremo. Negative le altre persone che viaggiavano con lui, dovranno ora stare in quarantena a bordo. Uno sceicco del Kuwait, di 71 anni, è stato trovato positivo al Covid-19 ed è ricoverato al reparto malattie infettive dell’ospedale di Catanzaro. L’uomo era giunto nel porto di Tropea (Vibo Valentia) su uno yacht insieme a due funzionari dell’Emirato arabo e all’equipaggio di nazionalità francese, composto da due donne e due uomini. Ora sono tutti in quarantena a bordo della lussuosa imbarcazion.

Del loro passaggio in zona, l’Azienda sanitaria vibonese era stata avvertita dall’Agenzia marittima di Sanremo, per cui, data la provenienza estera del natante e in via del tutto preventiva nel caso di un loro sbarco in città, sono scattate rapidamente le misure cautelative. Il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria di Vibo Valentia, ha così effettuato i tamponi a tutti gli occupanti dell’imbarcazione.

In attesa che dal laboratorio di Microbiologia del Pugliese di Catanzaro giungesse l’esito dei tamponi, è stato impedito ai passeggeri di scendere a terra, per evitare qualsiasi contatto specie in questo periodo di grande afflusso di turisti. Il responso ha rilevato che solo lo sceicco di 71 anni è positivo.

Dopo aver valutato il quadro clinico nel suo complesso, i sanitari dell’ospedale di Vibo Valentia hanno deciso di trasferirlo nel reparto malattie infettive dell’ospedale di Catanzaro, destinato al trattamento dei pazienti Covid. I compagni di viaggio dello sceicco, invece, sono stati messi in quarantena a bordo dello yacht. Tutti loro saranno sottoposti a nuovi test nei giorni tra il 2 e 3 settembre, giusto il tempo per valutare, trascorso il periodo di incubazione, se non siano stati contagiati anche loro dal virus. https://tg24.sky.it/

Condividi