Sgarbi contro Repubblica: criticare un ministro è sessismo? Che razza di giornalismo è?

Vittorio Sgarbi prova a difendere Matteo Salvini dalle grinfie di La Repubblica. Quest’ultima ha criticato duramente il sondaggio particolare lanciato dalla Lega sui social: “Scegli il peggior ministro”. Niente di male, se non fosse che le quattro opzioni sono rappresentate da altrettante donne: questo per il quotidiano diretto da Molinari è ovviamente un sondaggio sessista.

Ad essere prese di mira sono la titolare del Viminale Luciana Lamorgese, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, quella dell’Agricoltura Teresa Bellanova e infine l’ex ministra del Lavoro Elsa Fornero. Difficile scegliere chi sia la peggiore, ma probabilmente basandosi sull’attualità dovrebbe vincere la Azzolina a mani basse per la totale inadeguatezza nel gestire un settore cruciale come la scuola, soprattutto in tempi di coronavirus.

Sgarbi però non ci sta alle accuse rivolte da La Repubblica ai leghisti: “Sessismo? Uno critica un ministro ed è sessismo? Ma che roba è? In quanto donne non vanno criticate? Ma che razza di giornalismo è questo?”. Si può discutere sul cattivo gusto del sondaggio lanciato sui social dal Carroccio, ma Sgarbi ha ragione: siamo arrivati al punto che se si critica una donna per il suo lavoro si viene tacciati di sessismo.  liberoquotidiano.it

Condividi