Stop miss sul podio del Tour: “E’ sessismo. Ci sarà anche un uomo”

Cambia il protocollo per le premiazioni alla Grande Boucle, che scatta il 29 agosto da Nizza.

In nome del politicamente corretto, dando riscontro così a proteste di alcune femministe (durante la scorsa edizione erano state raccolte più di 38.000 firme), non ci sarà più la classica coppia di miss a premiare i corridori sul palco, pratica che secondo alcuni era “sessista”. Il direttore del Tour Christian Prudhomme ha annunciato che le premiazioni si svolgeranno alla presenza di un uomo e di una donna.

www.gazzetta.it

Condividi