Gregoretti: “M5S e PD governano in nome e per conto della Cina”

Di Marco Gregoretti per la rubrica “Complotti, Coincidenze, Misteri” – Tira una brutta aria, davvero. E i prossimi due mesi saranno cruciali per capire il futuro nostro e del nostro Paese. L’accordo tra M5s e Pds, infatti, non è un semplice passaggio tattico, ma è una tappa fondamentale di una strategia finanziaria, commerciale, politica e di controllo totale del colosso cinese in Italia e in Europa.

Il matrimonio tra pentastellati e piddini, matrimonio solido e che ha radici lontane, è stato celebrato sotto l’egida cinese e per volontà cinese. Manca ora l’ultima piccola spallatina: il controllo militare. Nel 2010 un potente dietro le quinte ebbe a dirmi:

“Ci sveglieremo un giorno sotto una dittatura di sinistra e vedremo i soldati cinesi scendere dal cielo con il paracadute”. Una visione quasi metaforica di un uomo d’altri tempi. Ma siamo così sicuri che, magari con il pretesto del lockdown, non si dia l’avvio alla fase finale della conquista? La Cina non è più vicina. La Cina è arrivata.

Condividi