Coronavirus, “migranti” lasciano l’Italia

A causa dell’epidemia da coronavirus alcuni “migranti in fuga dalla guerra e dalla fame”, che evidentemente tali non erano, hanno deciso di lasciare l’Italia come farebbero dei normali turisti.

Un ospedale da campo all’interno dell’aeroporto militare di Benslimane, vicino Casablanca, accoglierà i marocchini che vogliono rientrare dall’Italia. È lo stesso aeroporto servito come base per rimpatriare i marocchini da Wuhan, in Cina.

Su istruzione di re Mohammed VI, gli aerei militari faranno da spola nei prossimi giorni per riportare in Marocco i cittadini che sono espatriati in Italia e che volessero rientrare nel paese d’origine.

Condividi