Coronavirus, Renzi: il problema è che le Regioni hanno troppa autonomia

“L’emergenza è legata al fatto che il virus è molto contagioso, non per la mortalità (???) (Coronavirus, Oms: mortalità al 3,4% ) . Io non sono il premier ma ci deve essere una catena in cui tutti i giorni il messaggio deve essere chiaro. Su questa parte, alla fine dell’emergenza, dovremo ragionare. Per esempio: ha senso continuare con questa autonomia delle Regioni? Secondo me, ci vuole uno che comanda”. Lo ha detto Matteo Renzi a Radio Capital, affermando che “sul Titolo V il caos ha vinto. Serve una clausola di supremazia in cui, in caso di emergenza, c’è uno che comanda”.

“Tutta l’Italia è zona rossa economica” – “Riguardo all’economia penso che l’emergenza sia molto seria. Dal punto di vista del turismo, c’è una situazione peggiore dell’11 settembre. La zona rossa economica è tutta Italia. Bloccare i mutui in tutta Italia è una cosa semplice. Non è la proposta che risolve. Queste sono crisi a V: si va giù in modo rapido e con la stessa velocità si torna su. Intanto, però, le aziende muoiono. Qui entra in campo il valore dell’Europa, è un altro modo per dare liquidità”, ha proseguito Renzi.

“In una scala da zero a dieci il mio interesse rispetto al referendum è meno diciassette. Quel referendum è il trionfo del populismo, è una discussione che non tocca il cuore dei problemi del Paese”, ha poi detto il leader di Italia viva a proposito della consultazione sul taglio dei parlamentari, della quale è allo studio un rinvio.  AGI.IT

Condividi