Coronavirus, presidente Mongolia in quarantena

Numerosi paesi hanno segnalato i loro primi casi di coronavirus, con gravi focolai registrati in Europa e in Asia.

Secondo quanto riferito, il presidente della Mongolia, Khaltmaagiin Battulga, è stato messo in quarantena dopo essere tornato da una visita ufficiale in Cina. Secondo AKIpress, il presidente e la sua delegazione sono isolati nel secondo ospedale ministeriale nella capitale mongola di Ulan Bator.

Battulga è stato il primo capo di stato a recarsi in Cina dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, incontrando il presidente Xi Jinping a Pechino per discutere degli sforzi congiunti contro l’infezione.

Condividi