Coronavirus, Conte: no allarmismi, fidatevi del Ministero della Salute

“Continuiamo a tenere altissima la linea della precauzione. Fin dall’inizio, in pieno accordo con Speranza e gli altri ministri, abbiamo adottato la linea di massima prudenza che ci consente di scacciare allarmismi e panico”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, commentando i tre casi confermati di coronavirus nel lodigiano.

Conte ha invitato a “fidarsi delle comunicazioni ufficiali del Ministero della Salute: abbiamo un comitato tecnico scientifico che dà le indicazioni e un attimo dopo attuiamo tutte le decisioni politiche. Siamo già al livello di massima precauzione”. (askanews)

“Da questa mattina siamo bombardati dalla chiamate dei colleghi medici di famiglia che sono allarmati per i casi positivi di coronavirus e vogliono sapere che cosa devono fare”, ha detto Massimo Vajani, presidente dell’Ordine dei Medici della provincia di Lodi.

“L’Ordine di Lodi è composto da 180-190 colleghi. Ora ad esempio devo andare a visitare una ragazza con febbre e non ho la mascherina, nessuno ci ha dotato di questi strumenti”. Eppure, “quando ci fu il pericolo Sars furono distribuite anche a noi le mascherine. Aspettiamo che qualcuno dalla prefettura ci convochi per capire il da farsi”.

Condividi