Mattarella: basta ironie sulla solidarietà

ROMA, 17 FEB – “Sempre più spesso leggo considerazioni piene di ironia nei confronti dei buoni sentimenti. Voglio dire con garbo ma con chiarezza che preoccuparsi del bene comune non è una espressione buonista da libro Cuore. Bisogna tutti attivarsi concretamente per il bene comune, per la solidarietà che porta progresso al Paese”.

Lo ha sottolineato il presidente Sergio Mattarella nella cerimonia di premiazione degli “eroi civili” che si è svolta al Quirinale. (ANSA)

“La spinta egoista va nella direzione dello star bene da soli. La solidarietà porta invece reciprocamente al bisogno dell’altro per condividere speranze e difficoltà per camminare insieme, come nella convivenza è indispensabile”.”Perché la solidarietà consente al paese di crescere e progredire in tutti i settori. La nostra Costituzione all’articolo 2 appena dopo avere richiamato i diritti fondamentali di ciascuna persona, indica epressamente i doveri, inderogabili, di solidarietà, perché c’è un legame strettismo, inestricabile tra diritti e solidarietà. Questo è quello che la nostra Costituzione indica”

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi