Coronavirus, nave da crociera Westerdam attraccherà in Cambogia

Condividi

 

La nave da crociera Westerdam, della compagnia Holland America Line, ha finalmente trovato un porto dove attraccare. La Cambogia ha messo fine a un viaggio che si è trasformato in un incubo per le circa 1500 persone a bordo. Cinque porti hanno vietato l’attracco alla nave americana per paura del coronavirus.

Salpata da Hong Kong lo scorso 1° febbraio, il transatlantico ha involontariamente portato con sé “l’onta” dei contagi da coronavirus Covid-19 registrati nel territorio autonomo a sud della Cina. Così le tappe previste sono state via via cancellate, con un effetto domino. Il primo a vietare l’ingresso è stato il Giappone. Un copione analogo si è ripetuto a Taiwan, Filippine, l’isola americana di Guam e Thailandia.

Dopo dieci giorni in mare senza un porto da raggiungere, il primo ministro cambogiano Hun Sen, fresco di un viaggio di lavoro in Cina, ha deciso di autorizzare l’approdo della Westerdam nel porto di Sihanoukville, nel sud della Cambogia. “Vogliamo porre fine alla malattia della paura che affligge il mondo”, ha dichiarato annunciando la decisione. Così è iniziato l’attracco, mentre lo sbarco è previsto per domani.

I dottori saliti a bordo della Westerdam hanno registrato venti passeggeri malati, che non presentano i sintomi del Covid-19. Un controllo più approfondito dei campioni è stato richiesto all’Institut Pasteur du Cambodge, a Phnom Penh, tirati in ballo per accertare eventuali contaminazioni. www.rainews.it

 

Condividi l'articolo

 



   

Lascia un commento


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -