Bersagliato sui social, vigile urbano si uccide

Condividi

 

BRESCIA. Un agente della Polizia locale si è ucciso a Palazzolo, nel Bresciano, sparandosi con la pistola d’ordinanza. L’uomo era finito fra le polemiche qualche giorno fa per aver parcheggiato l’auto della Polizia in un posto riservato ai disabili a Bergamo vicino ad una sede universitaria. L’agente era stato preso di mira sui social, si era scusato e si era anche auto-multato. Al momento però non è stato specificato se l’uomo ha lasciato un biglietto per spiegare i motivi del gesto.

L’episodio – scrive La Stampa –  risale allo scorso 24 gennaio. Il presidente dell’Anmic orobica (Associazione nazionale mutilati e Invalidi Civili) e membro del direttivo nazionale, denuncia un’auto della Polizia locale di Palazzolo parcheggiata in un posto per disabili. Scattata una foto, la pubblica sul suo profilo Facebook e fa divampare le polemiche.

Alla fine l’agente responsabile chiede scusa. «Non ho parole per esprimere il mio rammarico. Non era mia intenzione, ma purtroppo mi sono confuso con la segnaletica». A distanza di pochi giorno il tragico epilogo.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -