Ancona, blitz contro lo spaccio: arrestati 4 “richiedenti asilo”

Ancona – Spaccio in cantina, in manette 4 pusher: nel blitz uno morde un agente, un altro afferra un’ascia. La cantina dello spaccio era un bazar della droga: marijuana, hashish, cocaina, eroina. E soldi, tanti soldi. Migliaia di euro nascosti all’interno di un divano.

Quando hanno fatto irruzione i poliziotti della Squadra Mobile, guidati dal vicequestore Carlo Pinto, i quattro africani che occupavano quel luogo degradato, in via Marchetti, hanno reagito con violenza: spinte, calci, pugni. Nella colluttazione, uno di loro ha morso alla mano un agente, costringendolo alle cure del pronto soccorso. Ma alla fine sono stati arrestati: si tratta di due ghanesi e due nigeriani, tra loro c’è anche il 37enne arrestato nel novembre 2018 con l’accusa di aver stuprato una giovane tossicodipendente anconetana, da cui poi è stato assolto, mentre è stato condannato per spaccio.

Durante le fasi del controllo, i quattro pusher hanno opposto una brutale resistenza nei confronti degli investigatori della Mobile. Uno dei nigeriani bloccati stava per afferrare una grossa ascia arrugginita, nascosta sotto un cuscino. Nelle pericolose fasi dell’intervento, gli stranieri sono riusciti a disfarsi di alcuni involucri lanciandoli da una finestra: la droga non è stata recuperata a causa della fitta vegetazione e della spazzatura.

Grazie all’intervento di Volanti e Cinofili, i quattro sono stati immobilizzati, perquisiti, ammanettati e portati in questura: due di loro erano richiedenti asilo, gli altri richiedenti protezione internazionale, tutti senza fissa dimora. Sono stati arrestati per resistenza, possesso di armi e detenzione continuata ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: ora sono rinchiusi a Montacuto. “

www.anconatoday.it

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi