Alla Prima della Scala l’Oligarchia si autocelebra

Condividi

 

Questo Paese, che amo e che è il mio Paese, sta cadendo veramente in basso, come raramente prima nella sua storia. Le sue elite con una forte vocazione oligarchica e neo feudale oltre che esterofila, si sono fortemente saldate con le nomenclature in cerca di autore della ex sinistra massimalista in un cocktail micidiale! Questo connubio tragicomico ha avuto nella Prima della Scala con l’opera “Tosca” il suo momento di auto celebrazione con i lunghi applausi al Presidente Mattarella, visto al di là delle sue stesse intenzioni come Supremo Garante degli Oligarchi mascherati da democratici!

In contemporanea i fuggitivi seriali della ex Fiat si sono impossessati anche del quotidiano La Repubblica creando un monopolio del sistema informativo tipo la Cortina di Ferro! Su altre sponde il Ministro Gualtieri ed il Conte Gentiloni garantiscono assoluta copertura ai desiderata germanici sul MES e le banche, avendo la spudoratezza persino di cantare con loro Bella Ciao, che in altre epoche fu proprio la canzone simbolo anti germanica!

Insomma Mala Tempora Currunt e non credo che il domani sarà migliore, almeno fino a che non ci facciano almeno votare, ma si sa i veri democratici non votano, ma delegano!

Francesco Squillante

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -