Pomezia: chiude stabilimento Sammontana, 96 dipendenti a casa

Condividi

 

Il 20 novembre sarà l’ultimo giorno di lavoro per i 96 dipendenti dello stabilimento Sammontana di Pomezia. La crisi, emersa a marzo di quest’anno con l’interessamento dell’amministrazione comunale pometina, che si era impegnata a chiedere un tavolo di confronto in Regione, si è conclusa con l’apertura di una procedura di licenziamento collettivo per i lavoratori del sito di via delle Monachelle.

La produzione si fermerà, appunto, alla data del 20 novembre e a quanto si apprende le attività saranno trasferite nell’area di Verona. Le sigle sindacali Flai Cgil e Fai Cisl, che annunciando il paventato trasferimento della produzione avevano denunciato il grave impatto che la crisi occupazionale avrebbe potuto avere sul territorio di Pomezia, ora hanno l’obiettivo di ottenere la cassa integrazione per tutti i lavoratori coinvolti nella vertenza. Il 25 novembre Cgil e Cisl saranno al ministero dello Sviluppo economico per cercare di garantire un sostegno al reddito delle famiglie che, tra pochi giorni, saranno in estrema difficoltà.

https://www.ilcaffe.tv

50mila licenziamenti tra Ilva e Whirlpool, gli 007: “rischio guerra civile”

 

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a Imolaggi – Armando Manocchia risponde ai professionisti della mistificazione

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -