Brescia: violentò figlia minorenne, marocchino arrestato in Belgio

Condividi

 

Dovrà scontare la condanna a 3 anni e 8 mesi di carcere l’uomo arrestato in Belgio e ricercato per violenza sessuale su minore. L’uomo, 56 anni di origine marocchina, già condannato per maltrattamenti e violenza sessuale sulla figlia minorenne all’epoca dei fatti, è stato catturato a Bruxelles al termine di un’attività investigativa della Polizia di Stato di Brescia in collaborazione con la Divisione Sirene del Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia.

A tradire l’uomo, in possesso della cittadinanza italiana – scrive  il giornaledibrescia.it  –  è stata l’istanza di rilascio del passaporto rivolta al Consolato italiano in Belgio e la conseguente richiesta di accertamenti. L’esecuzione del provvedimento è stata quindi affidato alla Divisione Sirene.

La vicenda processuale dell’uomo risale a qualche anno fa, quando risiedeva con la sua famiglia in provincia di Brescia e dove era stato processato e condannato per maltrattamenti e violenza sessuale.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -