Ponza: dirigente di Fdi accoltellato in un agguato

Condividi

 

Un dirigente di Fratelli d’Italia accoltellato a Ponza: sei punti e una ferita al volto da arma da taglio, probabilmente un coltello per Danilo D’amico. Secondo l’ex sindaco Piero Vigorelli, ora consigliere di minoranza del comune isolano, si è trattato di un agguato. Scrive Vigorelli: “E’ la seconda volta in dieci mesi che alcuni delinquenti organizzano un’imboscata e pestano a sangue Danilo D’Amico, nel prefetto latina, cortile della sua abitazione, nottetempo, ben sapendo che vive da solo. Al Poliambulatorio gli hanno messo sei punti sul volto. a ferita è da arma da taglio. Una cicatrice deturperà il suo volto per sempre. Non è stata una “semplice” aggressione, ieri notte c’è stato un tentato omicidio”.

E accusa l’isola di essere in mano alla criminalità organizzata: “Non ci sono dubbi che il movente sia politico. E che i modi siano di stampo mafioso. Perché Danilo, dirigente di Fratelli d’Italia, con la sua foga generosa, il suo entusiasmo e la sua passione, certo non la manda a dire quando ritiene giusto criticare, anche aspramente, chi sta massacrando Ponza. E’ proprio questo che deve far riflettere.Quando dalla normale contesa politica si passa alle mani (dieci mesi fa) e si continua con il coltello (ieri notte), vuol dire che si è toccato il fondo, che tutte le regole sono saltate, che non ci sono più le condizioni per un vivere civile”.



La conclusione di Vigorelli è un appello al Prefetto di Latina, affinché l’isola sia commissariata: “La Signora Prefetto di Latina, persona squisita a cui va la nostra stima profonda, conosce bene il “dossier Ponza” e tutte le malefatte amministrative che Le abbiamo documentato nel corso degli ultimi due anni. A quelle si aggiunge adesso una questione di ordine pubblico non più rinviabile, che ha gettato una luce sinistra sulla splendida isola di Ponza e sulla gente perbene – tantissima – che stamane si è svegliata sgomenta alla notizia della seconda aggressione a Danilo D’Amico. C’è una questione morale, che riguarda l’amministrazione comunale. C’è una questione politica, che riguarda le persone che amano la propria isola e che sono avvilite per quello che sta succedendo. C’è una questione di ordine pubblico, che riguarda la convivenza civile”.

www.affaritaliani.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -