La scissione di +Europa, Tabacci rompe con Bonino

Condividi

 

“Il Consiglio Nazionale di Centro Democratico si è riunito a Roma per esaminare la situazione politica dopo la soluzione della crisi di governo che ha portato alla nascita del Conte 2 sostenuto da una nuova maggioranza”. E’ quanto si legge in una nota. “Una soluzione politicamente e istituzionalmente molto positiva a cui i parlamentari della componente ‘Più Europa Centro Democratico’ alla Camera dei Deputati hanno dato il loro pieno e convinto sostegno”, prosegue il comunicato.

Spiace che il gruppo dirigente di +Europa e la senatrice Emma Bonino si siano collocati all’opposizione di un governo che tutta l’Europa ha dimostrato di apprezzare e che ha indicato come commissario europeo per l’Italia una figura di grande autorevolezza come Paolo Gentiloni. Una posizione tanto politicamente assurda quanto inspiegabile. Questa lacerazione politica fa venir meno il ruolo di Centro Democratico come soggetto fondatore di Più Europa e portatore del simbolo, senza il quale non sarebbe stato possibile presentarsi alle elezioni politiche del 2018“.



“Il Consiglio Nazionale di Centro Democratico pertanto accoglie e sostiene la decisione del suo presidente Bruno Tabacci di dimettersi dalla presidenza di Più Europa, unitamente ai propri rappresentanti nella segreteria nazionale (2), nella direzione nazionale (9) e nell’assemblea nazionale di Più Europa (30). Centro Democratico continuerà la propria azione politica e parlamentare coerentemente nell’area del centrosinistra e a sostegno del governo attuale”, conclude la nota.  ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -