Napoli, 2000 bengalesi protestano: ”vogliamo i nostri diritti”

Condividi

 

Duemila bengalesi hanno protestato ieri a Napoli. Sono partiti in mille da piazza Garibaldi, ma quando sono arrivati davanti alla Prefettura erano quasi 2000. Ufficialmente, la motivazione per aver bloccato il centro della città, sarebbe quella di chiedere sicurezza contro le aggressioni. Gli stranieri “vogliono i loro diritti”, quelli mai chiesti e quindi mai ottenuti in Patria.

I migranti, tutti musulmani, si sono inoltre lamentati perché il sindaco di Palma Campania ha proibito la preghiera islamica in strada.

Non sono mancate le solite critiche spudorate a Salvini che, secondo uno dei manifestanti, avrebbe creato un clima di odio in Italia.

Una delegazione dei manifestanti è stata ascoltata dall’assessore ai Diritti di cittadinanza del Comune di Napoli Laura Marmorale, che ha promesso tutto l’appoggio necessario da parte di Palazzo San Giacomo. Successivamente, la comunità è stata accolta anche in Prefettura per chiedere maggiore tutela della loro sicurezza.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -