Pd-M5s, Di Maio: ”ora dobbiamo ottenere la fiducia degli italiani”

Condividi

 

Oggi abbiamo ottenuto la fiducia in Parlamento, adesso con i fatti dobbiamo ottenere la fiducia degli italiani“. Ritornerebbe con la Lega? ”Mai dire mai nella vita, ma ci ho pensato bene, ho rifiutato la carica di premier di questo Paese, figuriamoci se ci ripenso”, replica Luigi Di Maio, ospite di ‘Di Martedì, di Giovanni Floris nel giorno della fiducia al Conte bis. “Noi eravamo i più scettici su questa alleanza con il Pd. Noi avevamo detto che volevamo andare al voto. Poi mi sono consultato con il Movimento, anche con Beppe Grillo, che ha sostenuto questo governo. Poi abbiamo messo l’accordo al voto su Rousseau. Poi quando mi sono seduto al tavolo mi hanno stupito positivamente”.

E in risposta a una domanda di Floris sulla scatoletta di tonno ‘protagonista’ del dibattito politico Di Maio ha detto: ”Il tonno è degli italiani, perché nella scatoletta ci sono le risorse finanziarie degli italiani…”.



Quanto al futuro, dice,”abbiamo la grande opportunità di fare una rivoluzione verde, ecologica per l’Italia“. “Questa è la grande occasione, da qui alla legge di bilancio di dicembre, per cominciare a cambiare lo stile e la qualità della vita degli italiani. L’Italia nel 2025 deve spegnere tutte le centrali a carbone; siamo d’accordo a bloccare le trivellazioni nel nostro mare perché abbiamo le coste più belle del mondo ed è da fessi metterle a repentaglio per una trivella che può impazzire; basta con gli inceneritori“, scandisce il ministro degli Esteri e capo politico del M5S.

Mette, poi, uno stop su “quota 100” e “il decreto dignità” che, dice, “sono provvedimenti che non si toccano”. “Alla legge Fornero non si torna, sia ben chiaro, questa è una garanzia dei Cinque stelle” aggiunge. “Per me a ottobre si devono tagliare definitivamente i 345 parlamentari, mancano 2 ore di lavoro alla Camera ed è fatta.

Dobbiamo avviare la riforma della giustizia” perché “al primo gennaio 2020 scatta la norma sulla prescrizione. Dobbiamo necessariamente dimezzare i tempi della giustizia, non solo quella penale”. “Il garante dei nostri temi” che sono nel ”programma è il presidente Conte” assicura Di Maio. ”Oggi abbiamo ottenuto la fiducia in Parlamento – conclude -, adesso con i fatti dobbiamo ottenere la fiducia degli italiani, che è la cosa che mi sta più a cuore”.  (AdnKronos)



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -