Iran, video-choc con sposa bambina: tribunale annulla le nozze

Condividi

 

foto archivio

Un video-choc di una sposa bambina iraniana di 9 anni, costretta a sposare un uomo di 28, ha sollevato indignazione in tutta la Repubblica islamica, costringendo un tribunale islamico ad annullare le nozze. Lo ha rivelato su Twitter il giornalista Babak Taghvaee, dopo che l’attivista per i diritti delle donne, Masih Alinejad, aveva diffuso il video, diventato ben presto virale.

Questa è una festa di nozze di una bambina che ha meno di 13 anni. Ho pianto quando ho ricevuto questo video dalla contea di Bahmai. Secondo la legge islamica una bambina di 13 anni può sposarsi ma non può scegliere come vestirsi“, ha denunciato Alinejad sul suo seguito account. In Iran l’età legale per il matrimonio è di 13 anni per le donne e 15 per gli uomini.



Il video è stato condiviso da migliaia di utenti, scatenando un’ondata di polemiche che ha riacceso i riflettori sulla piaga delle spose bambine in Iran. Secondo Taghvaee, a causa della pressione dell’opinione pubblica le autorità iraniane hanno “ordinato al tribunale islamico della contea di Bahmai di annullare questo matrimonio”. Il giornalista ha precisato che l’uomo, di cui ha rivelato l’identità (come del resto della bambina), sarebbe “un membro dei Basij”, forza paramilitare di volontari nata dopo la rivoluzione del 1979 legata ai Guardiani della Rivoluzione (Pasdaran).

Lo stesso giornalista ha aggiunto che il “pedofilo”, ovvero il presunto militante Basij, “ha contattato i giornalisti che hanno dato la notizia delle sue nozze” spiegando che si trattava di un “matrimonio temporaneo” e li ha minacciati per averlo accusato di pedofilia. ADNKRONOS



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -