Affidi illeciti: cos’è il “metodo Foti” della memoria repressa

Condividi

 

Il dottor Corrado Lo Priore spiega la teoria della “memoria repressa”, che sostiene che un bimbo su 5 verrebbe abusato, ma non lo ricorda. E’ una tesi che, dagli anni 80, ha scatenato un dibattito in America e che è stata smentita dalla comunità scientifica internazionale.

Claudio Foti di Bibbiano e la sua “Hansel e Gretel” la praticavano lo stesso, formando operatori in tutta Italia.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -