“Hanno ucciso musulmani Rohingya”, sanzioni Usa contro la Birmania

Condividi

 

miliziani Rohingya

WASHINGTON, 17 LUG – Gli Stati Uniti hanno colpito con sanzioni quattro generali birmani, compreso il comandante in capo del Paese e il suo vice, per presunte uccisioni di massa di membri della minoranza musulmana Rohingya (sempre negate dal premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi). Il segretario di stato Mike Pompeo ha definito i quattro responsabili di violazioni dei diritti umani, comprese uccisioni extragiudiziali nello Stato settentrionale di Rakhine, in Myanmar.

I generali e i loro familiari non potranno viaggiare verso gli Usa. I quattro sono il comandante in capo Min Aung Hlaing, il suo vice Soe Win e due subordinati ritenuti responsabili per gli abusi. I militari del Myanmar sono stati accusati di diffuse violazioni dei diritti che hanno portato circa 700.000 Rohingya a fuggire dal Paese da agosto 2017.



Birmania, Amnesty accusa i miliziani Rohingya di stragi di civili


L’Esercito di salvezza dei rohingya dell’Arakan (islamisti Arsa) è responsabile di almeno un massacro, e forse di un secondo, di uomini donne e bambini indu nell’agosto 2017. Lo ha rivelato una ricerca condotta da Amnesty International in Birmania. “Chiamare a rispondere i responsabili di quelle atrocità è fondamentale tanto quanto farlo per i crimini contro […]

I Rohingya vogliono uno stato musulmano indipendente in Birmania


KUTUPALONG (BANGLADESH) – I ribelli armati Rohingya vogliono creare uno stato musulmano indipendente dalla Birmania. Lo ha detto oggi in conferenza stampa il consigliere per la sicurezza nazionale della Birmania, Thaung Tun, spiegando che i combattenti ribelli musulmani dell’Esercito Arakan per la salvezza dei Rohingya (Arsa) sono gli autori degli attacchi di due settimane fa […]

Birmania, Aung San Suu Kyi: violenze sui musulmani Rohingya sono fake news


‘sono state fatte vedere molte foto e notizie false, prese da altre parti del mondo e non a Burma’

 



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -