Reggio Emilia, assessore Pd vorrebbe la Meloni “morta a testa in giù”

Condividi

 

Giorgia Meloni come Benito Mussolini, appesa a testa in giù. A spendersi nel paragone paragone è la neo-assessora del Pd a Reggio Emilia, Valeria Montanari. L’esponente dem ha infatti postato sul suo profilo Facebook un’immagine della leader di Fratelli d’Italia a testa in giù: “I Bulli e le Bulle che fanno i grossi con i più deboli non li ho mai sopportati. Un modo sordido per nascondere che fuori dai loro metodi arroganti e violenti, non ce la possono fare“, ha scritto in calce al post. Un chiaro rimando a piazzale Loreto, una provocazione gratuita. Volendo, anche una velata minaccia di morte.

Anziché spendere qualche parola sullo scandalo dei bambini rubati alle famiglie naturali per essere affidati dietro compenso, la Montanari trova il tempo di dare della bulla alla leader i FdI.



A replicare ci ha pensato la stessa Meloni: “Questa signora che mi vorrebbe morta a testa in giù perché voglio difendere i nostri confini è assessore del Pd a Reggio Emilia. Lo stesso Pd di Reggio Emilia che si è affrettato a esprime solidarietà al (proprio) sindaco di Bibbiano arrestato per lo scandalo legato alle violenze sui bambini e che sta tentando in tutti i modi di minimizzare quanto emerso. La loro abitudine è questa: zittire in ogni modo chi prova a raccontare le verità per loro scomode. Non mi stupisce. Tuttavia mi piacerebbe sapere cosa pensa Nicola Zingaretti di un suo assessore che dichiara pubblicamente di volermi appesa a testa in giù”.

A dare ragione alla leader di Fdi anche gli utenti: “E quindi fai la bulla tu. Applausi”, scrive uno di loro. Un altro aggiunge: “Se il buongiorno si vede dal mattino non è un gran inizio di assessorato”.

www.liberoquotidiano.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -