Rete #RestiamoUmani, presidio a Roma: “Carola libera”

Condividi

 

ROMA, 29 GIU – Presidio di solidarietà stasera a Roma per chiedere la liberazione della comandante della Sea Watch Carola Rackete. “Rivolgiamo un appello alla società civile e democratica di questa città, ai cittadini, alle associazioni, al mondo della cultura e spettacolo, alla stampa, alle forze politiche e sindacali, a partecipare al presidio di solidarietà contro l’arresto della capitana di Sea Watch Carola Rackete, che si terrà stasera dalle 20 a piazza dell’Esquilino” scrivono gli organizzatori tra cui la “Rete Restiamo Umani”.

“E’ in corso un attacco da parte di questo governo alle libertà fondamentali delle persone, alla solidarietà e alla cooperazione -aggiungono- Tiriamo un sospiro di sollievo per lo sbarco dei 40 migranti ma rimaniamo sconcertati di fronte all’arresto della comandante”.



Gli organizzatori lanciano una “mobilitazione permanente. Vogliamo il rilascio di Carola, la libertà di movimento per i migranti che sbarcano in Italia, il dissequestro della nave Mare Jonio e il ritiro del decreto sicurezza bis”.  (ANSA)

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Militari GdF: “Abbiamo rischiato di morire schiacciati da Sea Watch”


Dicono di salvare vite umane e poi rischiano di ammazzare uomini dello Stato. Da parte del comandante è stata un’azione criminale. Punto

Lampedusa: i militari GdF rischiavano la vita e gli immigrofili applaudivano


Collisione tra SeaWatch3 e vedetta. Gli uomini della Guardia di Finanza: “siamo stati fortunati, hanno rischiato di distruggere la vedetta” ”Solidarieta’ alle donne e agli uomini delle Forze dell’Ordine e della Guardia di Finanza in particolare, visto che poche ore fa hanno rischiato la vita per la scelta criminale della SeaWatch. Da giorni stanno difendendo […]

Carola ha messo a rischio la vita dei nostri militari mentre a bordo c’erano parlamentari Pd


È stata la notte della Sea Watch, con l’ingresso nel porto di Lampedusa, intorno all’1.40 della nave, e il successivo attracco, dopo un turbolento avvicinamento al molo con motovedette italiane che hanno cercato di impedire l’approdo forzato voluto dalla comandante Carola Rackete, posta in stato di arresto al momento dello sbarco. «Non ce la faccio […]

“Mi fido dei tribunali italiani”, Carola Rackete ride durante l’arresto


Ieri, la capitana tedesca ha attaccato il ministro Salvini lanciando patetici appelli: “La situazione psicologica dei migranti a bordo diventa peggiore di giorno in giorno: abbiamo dovuto infrangere le regole per proteggere queste persone, ma mi fido dei tribunali italiani” Questa notte la nave dei “pirati umanitari” (con a bordo una delegazione di parlamentari Pd) […]

 



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -