La Germania arruola Soros nella campagna elettorale nei Länder orientali

Condividi

 

di Giuseppe Sandro Mela

Tra qualche mese si voterà in tre Länder della Germania orientale. In Thüringen AfD è quotata al 20%, in Sachsen al 24% e nel Brandenburg al 21%: potrebbe diventare il partito di maggioranza relativa.



Questo sicuramente per la sua abilità a parlare al cuore ed alla mente della gente, ma altrettanto sicuramente per l’implosione dei partiti tradizionali: in Sachsen l’Spd è all’8% e nel Brandenburg la Cdu è al 17%. Però. nei Länder orientali i Grüne non hanno sfondato: in Thüringen raggiungono solo l’8%.

Se sia importante conquistare il cancellierato e la maggioranza nel parlamento federale, altrettanta importanza riveste il controllo dei Länder, che nominano i sentori nel senato federale.

* * * * * * *

Nessuno si aspetti risultati rivoluzionari, ma

«The anti-immigration party made  gains in the region in the European Parliament elections last month, emerging as a powerful political force in eastern Germany.»

Al momento AfD ha l’ostracismo di tutte le forze politiche liberal ed è soggetta ad una conventio ad excludendum che non si vedeva dal 1933. Ma il tempo, la devoluzione del socialismo liberal a livello mondiale, e la crisi economica lavorano a suo favore,

* * *

Con l’avvallo, per non dire richiesta, del governo federale, ombra di ciò che fu in passato, adesso Mr George Soros scende in campo nella battaglia elettorale all’est, agendo da stato nello stato: in fondo la Germania è un suo dominion.

«George Soros’s Open Society Foundation is gearing up to battle hate and the far-right in eastern Germany. The Alternative for Deutschland (AfD) is predicted to perform well in three upcoming state elections»

«The foundation of American billionaire George Soros plans to expand operations in eastern Germany where right-wing populists are strong, his Open Society Foundation said Friday»

«As a first step we will work with local partners in East Berlin and surrounding areas to launch an initiative to fight against hate crimes»

«In light of the political landscape in eastern Germany, the Open Society Foundation is seeking to support organizations that promote an open, liberal and pluralistic Germany. …. the foundation supports more than 50 civil society organizations in Germany»

«Under pressure from Hungarian Prime Minister Viktor Orban, the Open Society Foundation closed its doors in Budapest last year and moved one of its main offices to Berlin.»

* * * * * * *

Si resta attoniti e stupefatti nel constatare come la Germania accetti che una forza straniera svolga un’attiva campagna elettorale durante le elezioni nei Länder. Se mai ce ne fosse stato bisogno, questa è una prova ulteriore di quanto la Germania ed il suo attuale Governo siano commissariati da forze estere, che degli interessi dei tedeschi non tengono alcun conto.

A loro interessa esclusivamente il potere per il potere: sono intrinsecamente dittatoriali come a suo tempo lo furono Lenin e Stalin o, meglio, un Quisling

Ci si prepari quindi a ciò che avverrà.

Chiunque parlasse bene di AfD sarebbe immediatamente accusato di spargere discorsi di odio.

Similmente, constatare il fallimento della Große Koalition sarebbe subito un discorso di odio.

Nota.

Molte persone avversano a parole Mr Soros, ma nei fatti appoggiano le ideologia propalate dalle ong a lui facenti capo. Non si rendono conto che Mr Soros ha scatenato in Europa un’offensiva globale, che può essere contrastata esclusivamente utilizzando una strategia altrettanto globale.

Gli amici dei nostri nemici sono nostri nemici.

senzanubi.wordpress.com/2019



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -