Migranti, Conte: Ok ponti umanitari dalla Libia

Condividi

 

C’è interesse da parte del governo italiano per la proposta ella Comunità di Sant’Egidio e della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (FCEI) di un «corridoio umanitario europeo» dalla Libia. È il premier Giuseppe Conte ad affermarlo rispondendo ad una lettera congiunta dei vertici dei due organismi che in questi ultimi anni hanno lanciato, insieme alla Tavola valdese, un modello “funzionante” quale si è dimostrato quello dei corridoi umanitari che ha garantito l’accesso legale e sicuro a migliaia di profughi.

Come scrive La Stampa, dal febbraio 2016 sono giunte in Italia oltre 1.500 persone provenienti da Libano, Siria e altri Paesi. Gli ultimi lo scorso 3 giugno: 58 profughi siriani, tra cui numerosi bambini, “sbarcati” all’aeroporto di Fiumicino.



Il presidente del Consiglio Conte si dice interessato ed assicura quindi il suo impegno ad approfondire con i partner dell’Unione la proposta di un «corridoio umanitario europeo» nella «condivisa consapevolezza di dover far fronte in maniera coordinata all’attuale emergenza mediante appropriati strumenti operativi e finanziari». Più nel concreto l’Italia si farebbe carico di una quota di profughi da accogliere e chiederebbe a tutti i Paesi europei di fare altrettanto.

«L’esposizione in prima persona del premier attesta l’interesse con cui il governo ha recepito la nostra proposta», ha commentato il pastore Luca Negro. «Ringraziamo il premier per la tempestiva risposta al nostro progetto e confidiamo che a breve potranno avviarsi i lavori di un comitato interministeriale che ne avvii la realizzazione»

……………………………………………………………….

Usa: voleva far esplodere una chiesa a Pittsburgh, arrestato siriano


Pittsburgh – Un giovane rifugiato siriano, sostenitore dell’Isis, aveva progettato di far esplodere una chiesa. Mustafa Mousab Alowemer, 21 anni, arrivato negli Stati Uniti nel 2016, è stato arrestato mercoledì mattina dalla Joint Task Force dell’FBI. L’Fbi ha detto che l’uomo aveva progettato di far esplodere una piccola chiesa in Wilson Avenue, con l’aiuto di […]

Trieste: 17enne stuprata dal ‘profugo’ che aveva aiutato


La drammatica vicenda di Giulia, che ha soccorso un richiedente asilo ed è stata ricambiata con uno stupro 

Profugo esige una stanza singola “per pregare” e minaccia di bruciare l’hotel


Doppio intervento effettuato dagli operatori della squadra volante della polizia oltre ad un altro dei carabinieri, nel pomeriggio di mercoledì 20 e nella giornata di ieri giovedì 21 marzo, su richiesta del personale dell’ambulanza del 118, nella struttura per profughi a Biella. Un 47enne di nazionalità irachena, ospite della cooperativa Versoprobo di via Cottolengo (ex […]

Tutto quello che non vi hanno detto sulle carte di credito ai presunti profughi


tutto quello che non è stato detto sulla vicenda delle carte di credito ai presunti profughi fornite dall’UNHCR in Grecia e sul ruolo di Soros nell’intricata rete di ONG



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -