Regionali Piemonte, idea M5s con Chiamparino contro la Lega

Condividi

 

Tra i grillini si fa strada l’idea del voto disgiunto: indicare il governatore Pd per fermare il centrodestra. L’ultimo, segnale di avvicinamento è arrivato con la comune posizione sulla casa editrice di CasaPound e la conseguente esclusione dal Salone del Libro. Come scrive Repubblica, in Piemonte, 5Stelle e Pd hanno trovato una linea comune per contrastare l’avanzata della destra e della Lega di Matteo Salvini sui valori della Resistenza. Più che dei due partiti bisogna parlare dei loro rappresentanti più in vista, la sindaca di Torino Chiara Appendino e il presidente della Regione Sergio Chiamparino, che fra una settimana sfida il candidato di Forza Italia, ma del nuovo corso filoleghista, Alberto Cirio.

La debolezza del candidato pentastellato, Giorgio Bertola, sta spingendo – sottotraccia perché in pubblico tutti lo negano – i 5stelle a optare per il voto disgiunto, dando preferenze e consensi al simbolo del M5S, ma mettendo una croce su Chiamparino come presidente. O, proposta ancora più indecente, a votare direttamente per il rosso Chiamparino piuttosto che favorire il candidato di destra Cirio, che una volta eletto rischia di essere in balìa della Lega. La voce circola da qualche giorno, ma da quando è diventata di dominio pubblico i consiglieri comunali che sostengono Appendino non fanno altro che smentire.



Dai duri e puri, che più volte hanno criticato la sindaca fino ai fedelissimi, tutti si affannano a pubblicare sui social post di sostegno a Bertola. La tentazione coinvolge anche il cerchio ristretto attorno ad Appendino, che in nome della concordia istituzionale ha fatto scelte più vicine a quelle di Chiamparino che dell’alleato di governo leghista. Per allontanare queste voci, venerdì la prima cittadina ha voluto che a fianco suo e del vicepremier Luigi Di Maio, in visita in città per incontrare il mondo imprenditoriale, ci fosse proprio Bertola.

www.affaritaliani.it

 



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -