Salone del Libro, Appendino: “ho deciso io di estromettere Altaforte”

Condividi

 

Piccola coda di polemiche da Librolandia 2019, con il capogruppo della Lega in Consiglio comunale, Fabrizio Ricca, che ha chiesto ieri le dimissioni del direttore del Salone Nicola Lagioia (per la questione Altaforte), subito difeso dalla sindaca di Torino Chiara Appendino:

Lagioia non si tocca, è patrimonio della città. Se la Lega vuole prendersela con qualcuno se la prenda con chi si è assunto la responsabilità politica della scelta (di aver estromesso Altaforte, ndr), ovvero la sottoscritta”.



Lagioia, peraltro, è blindato dal contratto, che scadrà nel 2021: “Ho ancora due anni. Abbiamo riassorbito la spaccatura editoriale, riassorbiremo anche quella politica”. affaritaliani.it

Salvini no, Hitler sì: la vergogna al Salone del Libro»

Al Salone del Libro la parata islamica. Sgarbi: “gli antifascisti che dicono?”»

Salone del Libro, Meluzzi “alle anime belle del buonismo ebete: la Sharia è antifascista?”



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -