Il rinviato a giudizio si crede Gandhi: “non ho fatto nulla di speciale”

Condividi

 

“Sono qui tra voi e uno di voi. Siamo l’onda rossa che contrasta quella nera che ci sta oscurando”. Così Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace agli immigrofili ”antifascisti” in presidio davanti alla Sapienza per accoglierlo.

“Sono commosso, non ho fatto nulla di speciale – ha detto mentre gli altri intonavano ‘siamo tutti Mimmo Lucano’ – sono solo rimasto uno che ha inseguito un sogno di umanità, di democrazia, il sogno di tutti noi. Che continuerà, in questo clima di divisione, di odio che il ministro dell’Interno ha contribuito a creare – ha aggiunto -. Bisogna costruire una società più umana, diffondere messaggi di maggiore uguaglianza sociale, di libertà, di democrazia dove conta il popolo” ha concluso prima di entrare alla Facoltà di Lettere alla Sapienza, scortato da polizia e sostenitori, e accompagnato dal sottofondo di ‘Bella ciao’.



“10,100,1000 Acca Larenzia”, urla un attempato manifestante dalla piazza. E poi “Fascista se te pio te sfascio”, “Fascisti carogne tornate nelle vostre fogne, noi siamo qui. Con loro ci torni anche Salvini”. “Siamo tutti antifascisti”. adnkronos



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -