Che cosa aspetta il Corriere della Sera a chiedere scusa ai suoi lettori? (e non solo!)

Condividi

 

“Ancora una volta – dichiara l’Eurodeputato Mario Borghezio – in Italia il sistema dell’informazione mainstream si rivela parziale ed asservito ai poteri forti che sostengono l’UE.

É una vergogna che il Vicedirettore del Corriere della Sera, Federico Fubini – il quale tra l’altro è membro del Gruppo di Alto Livello della Commissione Europea contro le fake-news – possa candidamente e quasi paternalisticamente affermare in un’intervista televisiva di aver censurato la notizia sugli effetti deleteri delle cosiddette ‘riforme’ imposte dall’UE in Grecia con l’aumento della mortalità infantile (+ 700 bambini) perché non venisse usata ‘come una clava contro l’Europa’.

Si tratta evidentemente di un gravissimo atto di censura, un’onta per il giornalismo italiano che si dimostra sempre più colluso con i padrini dell’Austerity.



Ricordando anche il recente caso della fake-news su un’inesistente procedura di infrazione ai danni dell’Italia (che coinvolgeva ancora Fubini), ci domandiamo – conclude Borghezio – cosa stia ancora aspettando il Corriere a chiedere scusa ai suoi lettori…”

On. Mario Borghezio – Deputato Lega al P.E.

Paragone a Fubini (Corriere): perché non ci spiega i suoi rapporti con Open Society?



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -