Malta, mercantile dirottato: confermato arresto di tre clandestini

Condividi

 

LA VALLETTA, 30 MAR – Il tribunale della Valletta ha confermato gli arresti con l’accusa di terrorismo per tre dei fermati al momento dello sbarco del mercantile El Hiblu.1, dirottato verso l’Italia e Malta mentre stava apparentemente riportando verso la Libia un gruppo di 108 clandestini. I tre hanno dichiarato di avere 19, 16 e 15 anni.

Secondo l’accusa, i tre hanno preso possesso della nave “con minacce e intimidazioni”. Secondo fonti militari non sono state però trovate armi e non è stata opposta alcuna resistenza al momento dell’abbordaggio da parte delle forze speciali maltesi.



Secondo il codice penale maltese il dirottamento di una nave è un “atto di terrorismo” ed è questa l’accusa che è stata confermata oggi a carico dei tre arrestati. Due provengono dalla Guinea, l’altro dalla Costa d’Avorio. I tre rischiano da 7 a 30 anni di carcere. Il capitano del mercantile, il libico Nadel El Hiblu, ha dichiarato di aver temuto di morire, ma ci sono dubbi sulla sua versione; su quella dei dirottatori, stranamente, no! (con fonte ansa)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -