Malattie medievali stanno infettando i senzatetto della California

Condividi

 

Jennifer Millar tiene vicino alla sua tenda sacchi per la spazzatura e disinfettante per le mani e versa regolarmente acqua mescolata con perossido di idrogeno sul marciapiede nelle vicinanze. Mantenere pulita se stessa e il tratto di cemento che chiama casa è una priorità assoluta. Ma questo accampamento di senzatetto al largo di una rampa di freeway di Hollywood è spesso disseminato di aghi e immondizia e intriso di urina. I ratti saltano di tanto in tanto e Millar teme le conseguenze. “Mi preoccupo di tutte quelle malattie”, ha detto Millar, 43 anni, che è stata senzatetto per gran parte della sua vita.

Le malattie infettive – alcune di quelle che hanno devastato le popolazioni nel Medioevo – stanno ritornando in California e in tutto il paese, e colpiscono soprattutto le popolazioni senzatetto. Recentemente a Los Angeles si è verificata un’epidemia di tifo – una malattia diffusa da pulci infette su ratti e altri animali – nelle strade del centro cittadino. I funzionari hanno chiuso per breve tempo una parte del municipio dopo aver riferito che i roditori avevano invaso l’edificio.



Le persone nello stato di Washington sono state infettate con i batteri Shigella, che si diffondono attraverso le feci e provocano la diarrea malattia shigellosi, così come Bartonella quintana, o febbre da trincea, che si diffonde attraverso i pidocchi del corpo. L’epatite A, diffusa anche attraverso le feci, ha infettato più di 1.000 persone nel sud della California negli ultimi due anni. La malattia è esplosa anche in New Mexico, Ohio e Kentucky, principalmente tra persone senza fissa dimora o droghe.

Funzionari e politici della sanità pubblica stanno usando termini come il disastro e la crisi della sanità pubblica per descrivere i focolai e stanno avvertendo che queste malattie possono facilmente superare la popolazione senzatetto.

“La nostra crisi dei senzatetto sta diventando sempre più una crisi di salute pubblica”, ha detto il governatore della California Gavin Newsom nel suo discorso sullo stato di febbraio, citando focolai di epatite A nella contea di San Diego, sifilide nella contea di Sonoma e tifo nella contea di Los Angeles . “Tifo”, ha detto. “Una malattia medievale. In California. Nel 2019. ”

Le malattie sono aumentate da quando la popolazione dei senzatetto è cresciuta negli ultimi due anni: circa 553.000 persone erano senzatetto alla fine del 2018 e quasi un quarto di loro viveva in California.

Le malattie si diffondono rapidamente e ampiamente tra le persone che vivono all’esterno o nei rifugi, a causa dai marciapiedi contaminati da feci umane, condizioni di vita affollate, sistemi immunitari indeboliti e accesso limitato all’assistenza sanitaria.

“La situazione dell’igiene è orrenda” per le persone che vivono per strada, dice Glenn Lopez, un medico del St. John’s Well Child & Family Center, che cura i pazienti senzatetto nella contea di Los Angeles. “Diventa proprio come un ambiente del Terzo Mondo, dove le loro feci umane contaminano le aree dove stanno mangiando e dormendo.” Tali malattie infettive non si limitano alle popolazioni senzatetto, Lopez avverte: “Anche qualcuno che crede di essere protetto da queste infezioni [non lo è]”.

Almeno un membro dello staff della città di Los Angeles ha dichiarato di aver contratto il tifo in municipio lo scorso autunno. Ci sono stati 167 casi di tifo dal 1 ° gennaio 2018 al 1 ° febbraio di quest’anno, da 125 nel 2013 e 13 nel 2008, secondo il Dipartimento di sanità pubblica della California.

Le epidemie sono più comuni nelle zone sovraffollate e piene di rifiuti che attirano i ratti. Il recente focolaio di tifo è iniziato lo scorso autunno, quando i funzionari della sanità hanno riferito di casi nel centro di Los Angeles e Compton. Si sono verificati anche a Pasadena, dove i problemi sono probabilmente dovuti a persone che si nutrono di gatti randagi che trasportano pulci.

Il mese scorso, la contea ha annunciato un’altra epidemia nel centro di Los Angeles che ha contagiato nove persone, di cui sei senza fissa dimora. Dopo che i lavoratori della città hanno detto di aver visto escrementi di roditori nel municipio, il presidente del consiglio comunale di Los Angeles Herb Wesson ha brevemente chiuso il suo ufficio per eliminare i tappeti, e ha anche chiesto un’indagine e più pulizie.

L’epatite A è causata da un virus solitamente trasmesso quando le persone entrano in contatto con le feci di persone infette. La maggior parte delle persone guarisce da sola, ma la malattia può essere molto grave per chi sviluppa problemi al fegato. Ci sono stati 948 casi di epatite A nel 2017 e 178 nel 2018 e nel 2019, ha detto il dipartimento della sanità pubblica. Ventuno persone sono morte a causa dell’epidemia del 2017-18.

Le infezioni non sono una sorpresa, data la mancanza di attenzione per l’alloggio e l’assistenza sanitaria per i senzatetto, per la mancanza di bagni e luoghi per lavarsi le mani, dice Jeffrey Duchin, l’ufficiale sanitario di Seattle e King County, Washington, che ha visto la shigellosi , febbre da trincea e infezioni della pelle tra le popolazioni senzatetto.  “È un disastro sanitario pubblico”, dice Duchin.

La città di New York, dove la maggior parte della popolazione senzatetto vive in rifugi piuttosto che sulle strade, non ha vissuto gli stessi focolai di epatite A e tifo, dice Kelly Doran, un medico di medicina di emergenza e assistente alla cattedra all’Università di New York. Ma Doran dice che diverse infezioni si verificano nei rifugi, compresa la tubercolosi, una malattia che si diffonde nell’aria e in genere infetta i polmoni.

A volte le malattie vengono definite “medievali” perché le persone di quell’epoca vivevano in condizioni squallide senza acqua pulita o trattamento delle acque reflue, dice Jeffrey Klausner, professore di medicina e sanità pubblica presso l’UCLA.

Le persone che vivono per strada o nei rifugi per senzatetto sono vulnerabili a tali epidemie perché il loro sistema immunitario indebolito è aggravato dallo stress, dalla malnutrizione e dalla privazione del sonno. Molti hanno anche disturbi mentali e disturbi da abuso di sostanze, che possono rendere più difficile per loro rimanere in buona salute o ricevere assistenza sanitaria.

In un recente pomeriggio di febbraio, l’assistente medico della clinica della comunità di Saban, Negeen Farmand, ha attraversato un campo senzatetto a Hollywood portando uno zaino con materiale medico. “Portare queste persone in una clinica è una grande cosa”, ha detto. “Molti di loro sono diffidenti nei confronti del sistema sanitario”.

Durante l’epidemia di epatite A, i funzionari della sanità pubblica hanno somministrato vaccinazioni diffuse, pulito le strade con candeggina e acqua, e installato stazioni di lavaggio delle mani e bagni vicino ad alte concentrazioni di senzatetto. Ma i funzionari della sanità e i sostenitori dei senzatetto hanno detto che occorre fare di più, ad esempio aiutare le persone ad accedere a cure mediche e comportamentali ea alloggi a prezzi accessibili.

“È davvero irragionevole”, afferma Bobby Watts, CEO del National Health Care per il Consiglio dei senzatetto, un’organizzazione politica e di difesa. “Queste sono tutte malattie prevenibili”.

www.theatlantic.com

 



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -