Grasso (LeU) usa pure i ragazzini per mandare Salvini a processo

Condividi

 

Grasso paragona gli studenti italiani ai clandestini: “E se un ministro sequestrasse degli studenti?”. Pietro Grasso ora usa persino dei ragazzini pur di mandare Matteo Salvini alla sbarra per il caso Diciotti.

L’ex presidente del Senato e leader di Leu ha pubblicato sulla sua pagina Facebook uno spot in cui mostra un finto servizio giornalistico in cui si annuncia la liberazione di 177 studenti dell liceo Ubaldo Diciotti. “Immaginate se un ministro dell’Interno trattenesse in una scuola 177 ragazzi e ragazze per costringere le associazioni studentesche a interrompere delle pacifiche proteste contro una riforma dell’Istruzione”, scrive, “Immaginate che si giustifichi dicendo: ‘Sto solo attuando un punto irrinunciabile del mio programma di governo’.

Immaginate che, dopo lunghe trattative, e solo dopo aver ottenuto dalle associazioni studentesche la rinuncia a qualunque rivendicazione, il ministro decida di liberare quei 177 studenti. Non sarebbe forse un sequestro di persona? Non sarebbe gravissimo? La stessa cosa – con protagonisti diversi – è accaduta con il caso Diciotti”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -