Bottigliate a minorenni per rapinarli “Non seguitemi se no vi ammazzo”

Condividi

 

Perugia – Pomeriggio da incubo per tre ragazzini a Fontivegge: bottigliate da un pusher, derubati dello zaino. Una brutta, bruttissima esperienza per tre minorenni perugini a Fontivegge. I ragazzini sono stati presi di mira da un clandestino, un marocchino di 30 anni, intenzionato a rapinarli. Per appropriarsi di uno zainetto – al cui interno c’era un portafoglio e un cellulare di ultima generaione – non ha esitato a dare una bottigliata sul petto ad uno dei tre ragazzi che terrorizzati non hanno reagito. “Non seguitemi se no vi ammazzo“: così se ne è andato senza difficoltà in direzione Campo di Marte con tanto di malloppo.

Sulle sue tracce, però, si sono messi gli agenti della Squadra Mobile, “Sezione Criminalità extracomunitaria e diffusa”, dopo la denuncia, con lo scopo di dare un volto ed un nome all’autore della rapina.



Fondamentali per la cattura sono stati l’identikit stilato dai testimoni e la video-sorveglianza della zona; in questo modo, in poco più di 24 ore, i poliziotti sono risaliti al cittadino marocchino che si trovava in via Campo di Marte. Ora è arrestato per il reato di rapina aggravata. Si stanno studiando le carte per una sua immediata espulsione per pericolosità sociale.

www.perugiatoday.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -