Inps: +431mila occupati nel 2018, +200mila a tempo indeterminato

Condividi

 

Oltre 431mila occupati in più nel 2018 con un contributo rilevante dei contratti a tempo indeterminato che tornano a crescere. E’ quanto emerge dall’osservatorio sul precariato dell’Inps. Nei dodici mesi alle spalle i contratti a tempo indeterminato registrano un aumento netto di 200mila che si raffronta con la flessione di 146mila contratti dell’anno precedente.

Nel corso dell’anno si registra, rispetto al 2017, un importante incremento delle trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato, che risultano quasi raddoppiate (da 299.000 a 527.000: +228.000, +76,2%).Il trend di crescita, già elevato fin dai primi mesi dell’anno, evidenzia un’ulteriore accelerazione nell’ultimo bimestre con incrementi tendenziali superiori al 100%.



Nel 2018 risultano in contrazione, invece, le conferme dei rapporti di apprendistato giunti alla conclusione del periodo formativo (-13,1%): tale flessione può essere ricondotta alla scadenza del triennio formativo degli apprendisti assunti nel 2015, anno in cui, a causa della possibilità di utilizzo dell’esonero triennale, le assunzioni con contratto di apprendistato si erano notevolmente ridimensionate. Su un totale di 2.123.000 nuovi rapporti a tempo indeterminato (incluso l’apprendistato), i rapporti agevolati risultano pari a 644.000 (poco meno di un terzo), di cui 123.000 dovuti all’esonero strutturale giovani under 35 previsto dalla legge di stabilità 2018. (askanews)



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -