Meloni: perché non hanno processato i ministri che difendevano l’immigrazione clandestina?

Condividi

 

Ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio 5, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha fatto il punto dopo il voto in Giunta con cui è stato dato parere negativo circa il processo a Matteo Salvini per il caso Diciotti (anche FdI ha votato contro la richiesta di autorizzazione a procedere). “Era scontato che la Giunta votasse contro il processo per Salvini e che lo facesse il M5S. Era scontato semplicemente perché non è giusto processare Salvini per aver fatto il suo lavoro: impedire che si entri illegalmente in Italia”.

Dopo, però, la Meloni cambia il bersaglio e picchia durissimo: “Non capisco, invece, perché i giudici negli anni passati non abbiano pensato ad indagare ministri che facevano apertamente favoreggiamento del reato di immigrazione clandestina“.



E ancora, nel corso dell’intervista, ha aggiunto: “Per prima ho detto che Fratelli d’Italia avrebbe votato no all’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini. Se il M5S lo avesse detto subito, evitando questa manfrina, avrebbe fatto più bella figura. Questo però è uno dei motivi per i quali non conviene fare governi tra persone che non condividono assolutamente niente. Dopo quanto accaduto sul tema Diciotti forse Salvini dovrebbe riflettere se sia il caso di continuare a stare al governo con questi personaggi”, ha concluso una Meloni sibillina.  liberoquotidiano.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -