Centrafrica: uccisi 42 profughi cristiani e due sacerdoti

seleka

ROMA, 16 NOV – Attacco in Centrafrica a un gruppo di rifugiati accolti da una diocesi. Forze ribelli di musulmani Seleka hanno attaccato i rifugiati, quasi tutti cristiani, nel compound della cattedrale della Diocesi di Alindao. Da fonti religiose, il compound è stato dato alle fiamme mentre l’episcopio e la cattedrale sono stati saccheggiati dagli assalitori, forze ribelli ex Seleka.

“Notizie ufficiali parlano di 42 morti, quelle non ufficiali di oltre 100”: lo fa sapere la fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre. Nell’attacco, che si sarebbe verificato ieri, sarebbero stati uccisi anche due sacerdoti.

Oltre alle 42 vittime del bilancio ufficiale, vengono segnalate diverse case saccheggiate e bruciate. Tra i due sacerdoti rimasti uccisi nell’attacco ci sarebbe anche il vicario generale della diocesi di Alindao, padre Blaise Mada

musulmani seleka

Condividi