Centrafrica: Arrivano rinforzi anche dal Burundi per combattere i cristiani

 

31 magg – Le continue rappresaglie tra cristiani e musulmani nella Repubblica Centrafricana fanno riesplodere la violenza nella capitale Bangui e coinvolgono anche le truppe del Burundi.

Due persone sono state uccise dai soldati della missione di pace dell’Unione africana durante una manifestazione di protesta. I cristiani accusano i soldati burundesi di sostenere i musulmani.

“La nostra manifestazione è pacifica e non abbiamo alcun interesse politico. Non stiamo chiedendo le dimissioni del governo o di chiunque altro – dice uno studente della capitale, Junior Macheba – chiediamo che le milizie siano disarmate, che il chilometro 5 sia disarmato”.

“Come prima soluzione chiediamo la partenza immediata delle forze del Burundi – aggiunge Igor, un abitante di bangui – In secondo luogo, vogliamo la liberazione del chilometro 5 in modo che le nostre madri e i nostri figli possano spostarsi normalmente”.

La tensione è tornata alta nella capitale quando una chiesa è stata assaltata dai miliziani islamici provocando 17 morti. Il conflitto nella Repubblica Centrafricana ha già provocato migliaia di morti e 425mila profughi.

bangui



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -