Comune di Treviglio: libretto di educazione stradale ritirato perché “razzista”

Condividi

 

“Alcune razze sono costituzionalmente meno tolleranti all’alcol della razza bianca”. La frase era scritta al’’interno di un opuscolo sull’educazione stradale per i ragazzi delle scuole medie di Treviglio, provincia di Bergamo. Alle dirigenti scolastiche però non è piaciuta e l’hanno segnalata nel corso della conferenza stampa indetta dal Comune. Il volumetto, stampato in 2mila copie, è stato così ritirato per “imperfezioni”.

Le finalità erano corrette: educare i ragazzi al rispetto del codice stradale e iniziare a far capire di non eccedere con l’alcol se poi ci si deve mettere alla guida. Ma una delle frasi all’interno del capitolo era fraintendibile. Il vicesindaco di Treviglio, Pinuccia Prandina, è stata d’accordo con le presidi che si sono indignate quando hanno letto che il rischio di ubriacarsi è una questione di razza. Così ha immediatamente richiesto agli autori di stampare una nuova versione, senza quelle “imperfezioni”. L’opuscolo così è stato ritirato senza mai essere entrato nelle scuole: le dirigenti scolastiche e l’assessore l’hanno avuto fra le mani per la prima volta proprio la mattina del 9 maggio, per la conferenza stampa.

Naturalmente, l’intento educativo alla base dell’opuscolo resta valido. Fa parte di un percorso formativo già attivo nelle scuole e mira a raggiungere non solo gli alunni, ma anche i loro genitori.

tgcom24.mediaset.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -