Merkel: “Con i migranti arabi, nuova ondata di antisemitismo in Germania”

Angela Merkel ha stigmatizzato l’antisemitismo in Germania, affrontando anche il fenomeno importato con i molti migranti di origine araba (musulmani), in un’intervista rilasciata alla tv israeliana “Channel 10 news”.

“Abbiamo adesso anche un nuovo fenomeno, con l’arrivo di profughi o persone di origine araba, che portano di nuovo un’altra forma di antisemitismo”, ha detto. L’antisemitismo purtroppo c’era comunque anche prima, ha affermato.

Finora si era sempre dichiarata favorevole all’immigrazione islamica. Non va bene che alcuni paesi dicano: ‘In maniera generale noi non vogliamo avere musulmani nel nostro paese’”, disse la cancelliera in un’intervista alla Tv pubblica tedesca ARD. “Ognuno deve fare la sua parte” (per completare l’islamizzazione?, ndr).

La Germania ha accolto nel 2015 circa un milione di richiedenti asilo, per lo più originari di Siria, Iraq e Afghanistan, quasi tutti musulmani.

Merkel ai tedeschi: Non seguite Pegida, gli islamofobi “hanno l’odio nel cuore”

Ira della Merkel per le proteste contro immigrazione e islamizzazione

Condividi