Italia: dove ognuno fa quello che vuole, nessuno quello che deve

Mentre l’Algeria – sotto la supervisione dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim) – rimpatria altri mille migranti illegali subsahariani (in 6 mesi l’Algeria ne ha rimpatriati 35 mila, tutti illegali subsahariani) in Sardegna sbarcano altri 27 algerini. Dopo i cinque arrivati ieri mattina, sulla spiaggia di Domus De Maria, tra la notte e questa mattina ne sono arrivati altri 22.

Malgrado i milioni di euro spesi per un presunto (e mai provato) controllo del Mediterraneo da parte di EuNavforMed, in Italia sbarca chi vuole; basti pensare alle migliaia di tunisini arrivati in Sicilia, senza che nessuno muovesse un dito nel fermarli.

E’ razzista chiedersi chi siano questi “migranti” e come siano arrivati sulla spiaggia di Domus De Maria di Sant’Antioco? Sono Jihadisti, estremisti, radicalizzati, terroristi o soltanto dei villeggianti a sbafo e fancazzisti pronti a spacciarsi per profughi in fuga dalla fame e dalla guerra?

Con tutti i soldi pubblici spesi per sorvolare e pattugliare il Mediterraneo, per monitorare il Canale di Sicilia, qualcuno dei mangiapane a tradimento che sta a Roma potrebbe dirci come è possibile?

Grazie.

Armando Manocchia

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

BORGHEZIO: L’ALGERIA DIMOSTRA CHE NON E’ IMPOSSIBILE ATTUARE I RESPINGIMENTI !

“Da tempo – dichiara l’europarlamentare Mario BORGHEZIO – l’Algeria è interessata in maniera massiccia dai flussi migratori provenienti dall’Africa sub-sahariana. Infatti, secondo l’ufficio di Algeri dell’OIM (Organizzazione Internazionale per i Migranti) circa il 42% delle carovane dei migranti irregolari transita dall’Algeria meridionale con decine di migliaia di clandestini che a vario titolo si fermano in quel paese. Nonostante ciò, fin dal 2014 ha sottoscritto accordi bilaterali di rimpatrio con il Niger e con altri paesi dello scacchiere regionale: a intervalli regolari, con il controllo dell’OIM, della Mezzaluna Rossa e delle direzioni locali dei Ministeri dei Trasporti e della Sanità, i clandestini vengono trasferiti presso il Centro di raccolta di Tamanrasset, dove vengono effettuati tutti i controlli amministrativi e quindi trasferiti verso la loro destinazione.

A questo riguardo, autorevoli commentatori ci dicono che negli ultimi 6 mesi l’Algeria ha rimpatriato con successo 35.000 migranti irregolari sub-sahariani. Questi fatti – conclude Borghezio – dovrebbero insegnare ad una sempre più imbelle Unione Europea che i piagnistei sull’inevitabilità dell’invasione migratoria sono infondati e che governi autorevoli e risoluti, alieni da complicità con gli scafisti e con certe ong, possono attuare una seria e responsabile politica di respingimenti!”.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -