Dimessa due volte dall’ospedale, partorisce in casa. Neonata in condizioni disperate

Macerata, 28 marzo 2018 – – Una quarantenne maceratese, in attesa del secondo figlio, si è presentata ieri in ospedale perché aveva avuto delle perdite, ma sebbene la gravidanza fosse ormai a termine, e malgrado le cautele particolari visto che il primo parto era stato un cesareo, è stata rimandata a casa.

Con nuove perdite e dolori alla pancia – scrive ilrestodelcarlino.it – la donna è tornata in ospedale all’una, e di nuovo sarebbe stata rimandata a casa. Ma appena rientrata, la quarantenne avrebbe avuto un parto precipitoso. E qui, senza assistenza, ci sarebbero stati i problemi: un distacco del cordone ombelicale – stando a una prima ricostruzione – avrebbe lasciato la neonata senza ossigeno.

Subito è stata chiamata l’ambulanza e la piccola è stata portata d’urgenza al Salesi, ma le sue condizioni sono gravissime. La famiglia ha segnalato il caso alla procura, per far luce su quanto avvenuto.



   

 

 

1 Commento per “Dimessa due volte dall’ospedale, partorisce in casa. Neonata in condizioni disperate”

  1. paolinopierino

    Questa è la sanità rossa delle Marche? I responsabili rinchiuderli in galera

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -