Dimessa due volte dall’ospedale, partorisce in casa. Neonata in condizioni disperate

Macerata, 28 marzo 2018 – – Una quarantenne maceratese, in attesa del secondo figlio, si è presentata ieri in ospedale perché aveva avuto delle perdite, ma sebbene la gravidanza fosse ormai a termine, e malgrado le cautele particolari visto che il primo parto era stato un cesareo, è stata rimandata a casa.

Con nuove perdite e dolori alla pancia – scrive ilrestodelcarlino.it – la donna è tornata in ospedale all’una, e di nuovo sarebbe stata rimandata a casa. Ma appena rientrata, la quarantenne avrebbe avuto un parto precipitoso. E qui, senza assistenza, ci sarebbero stati i problemi: un distacco del cordone ombelicale – stando a una prima ricostruzione – avrebbe lasciato la neonata senza ossigeno.

Subito è stata chiamata l’ambulanza e la piccola è stata portata d’urgenza al Salesi, ma le sue condizioni sono gravissime. La famiglia ha segnalato il caso alla procura, per far luce su quanto avvenuto.

Condividi

 

One thought on “Dimessa due volte dall’ospedale, partorisce in casa. Neonata in condizioni disperate

  1. Questa è la sanità rossa delle Marche? I responsabili rinchiuderli in galera

Comments are closed.